Cresce l'adozione di animali da compagnia accompagnata dalle cessioni

Cresce l’adozione di animali da compagnia accompagnata dalle cessioni

di Myki Jones

Poiché alle persone è stato detto di rimanere a casa nel 2020, a causa della diffusione iniziale di COVID-19, l’adozione di animali domestici dai rifugi per animali è aumentata notevolmente. Tuttavia, nel 2021, i rifugi per animali in tutto il paese hanno riportato un numero record di quegli stessi animali restituiti o consegnati ai rifugi.

Colorado Animal Rescue, meglio conosciuto come CARE, ha una popolazione di rifugio accettabile composta da randagi, senzatetto locali e animali che sono stati consegnati o trasferiti da altre organizzazioni, come Mesa County Animal Services of Grand Junction, Denver Dumb Friends League, La Plata Humane Society a Durango e due rifugi nello Utah.

Nel 2020, al culmine degli ordini di restare a casa, il rifugio senza scopo di lucro ha registrato anche un minor numero di animali arrivati ​​localmente al loro posto, sia come randagi che come arresi, rispetto al 2019.

Secondo Wes Boyd, amministratore delegato dell’organizzazione, ciò era dovuto al minor numero di animali domestici che fuggivano dalle loro case durante la giornata lavorativa perché le persone si allontanavano dal lavoro o non potevano andare a lavorare. È diventata un’opportunità, con un aumento della domanda di adozione.

“Siamo stati in grado di trasferire più animali dalle organizzazioni partner e abbiamo visto periodi di permanenza più brevi per quegli animali. Con il personale limitato e le nostre limitazioni dovute al COVID, questo equilibrio tra bassa assunzione e tassi di adozione più elevati ha funzionato bene e abbiamo celebrato il numero di animali che hanno trovato rapidamente la loro nuova casa “, ha affermato.

Nel 2021, CARE ha subito un ritorno ai “tassi di assunzione pre-pandemia”, il che significa che sebbene la loro assunzione randagia sia rimasta inferiore, hanno visto leggende che corrispondevano al numero di 256 animali del 2019.

“L’interesse per l’adozione rimane stabile a una media di 625 animali in affidamento ogni anno. Ma con l’aumento dell’abbandono del proprietario, stiamo vedendo animali che necessitano di un tipo di casa più specifico, aumentando la durata media complessiva del soggiorno per quegli animali domestici. In generale, viviamo in una comunità che si prende molta cura dei suoi animali domestici, ma le sfide di uno stile di vita frenetico, costi di vita elevati e alloggi limitati sono di nuovo più evidenti quando entriamo in una nuova normalità “, ha detto Boyd.

I motivi per cui qualcuno può consegnare un animale sono diversi. Sebbene ci siano casi di negligenza e persino di abuso aperto, la situazione è più spesso fuori dal controllo del proprietario dell’animale.

“I motivi per cui un proprietario consegna il proprio animale domestico a un rifugio spesso includono importanti cambiamenti nella vita, come gravi problemi di salute, sforzi finanziari, cambio di lavoro o perdita di un alloggio. In altri casi, l’animale potrebbe aver sviluppato un problema di salute o comportamentale che il proprietario non può accettare. In quasi tutti questi scenari, il proprietario cerca di fare ciò che è meglio per l’animale e questi proprietari di solito hanno il cuore spezzato. Nella nostra zona, i due motivi principali per cui un proprietario consegna il proprio animale domestico sono le restrizioni sull’alloggio – o la mancanza di alloggi per animali domestici a prezzi accessibili in affitto – e i problemi di comportamento degli animali “, ha affermato Boyd.

Ciò non significa che gli animali si arrendano per mancanza di amore. Anche i proprietari di animali domestici qualificati possono trovarsi in situazioni che non lasciano loro altra scelta che separarsi dall’animale.

Ci sono alcune cose da considerare quando si adotta un animale domestico prima di prendere una decisione definitiva sull’aggiunta di un altro membro della famiglia. Ad esempio, se l’animale è adatto alla casa o allo stile di vita; se il proprietario può fornire all’animale un adeguato esercizio, attenzione e addestramento; e se il proprietario può prendersi cura adeguatamente dei bisogni medici e di base dell’animale.

“In CARE, crediamo che i fattori più importanti che i proprietari devono tenere in considerazione prima di adottare siano legati al singolo animale domestico. Molto raramente scoraggiamo qualcuno dall’adottare un animale domestico, invece speriamo di guidare il proprietario verso la migliore corrispondenza nell’animale domestico e offrire le risorse per rendere l’adozione di successo “, ha detto Boyd.

Per ulteriori informazioni sull’adozione di un animale domestico, sulla cura di un animale domestico, sul volontariato o sulla donazione a CARE, visitare: www.coloradoanimalrescue.org

Secondo i sondaggi condotti da CARE, i motivi principali della consegna dei proprietari o del ritorno degli animali nel 2021 sono stati:

Comportamento / Troppo attivo / Troppo da gestire / Aggressione animale / Non vestito in casa: 74 o 38,7%

Abitare / Andare a vivere senza animali domestici / L’attuale proprietario dice di no: 49 o 25,7%

Cucciolata/gravidanza/incidente: 25 o 13,1%

Proprietario / Tempo insufficiente: 18 o 6,8%

Salute animale/non sopporta o può permettersi: 17 o 6,4%

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *